Sclerosi laterale amiotrofica: la malattia dei motoneuroni

Fig. 1

La sclerosi laterale amiotrofica, anche conosciuta come SLA, è una malattia neurodegenerativa progressiva che colpisce i motoneuroni sia centrali sia periferici, ovvero le cellule celebrali che controllano il movimento dei muscoli. Danneggiando il midollo spinale, la malattia progressivamente indurisce la zona colpita e impedisce anche la più semplice attività muscolare volontaria. 

La sclerosi laterale amiotrofica si presenta progressivamente e spesso esordisce con sintomi che interessano un solo arto, come un braccio o una gamba. Con il progredire della malattia, cresce il numero degli arti interessati da debolezza muscolare che, man mano, si trasforma in reale impossibilità di movimento, di respirazione e di deglutizione.

I sintomi della SLA

Fig. 5

La sclerosi laterale amiotrofica è una malattia che colpisce in media 2,5 persone su 100.000 ogni anno, esordendo genericamente con una debolezza muscolare localizzata. 

Riconoscere la sclerosi laterale amiotrofica non è semplice, in quanto i primi sintomi sono spesso confondibili: i più diffusi sono brevi contrazioni muscolari, rigidità e debolezza che impediscono il normale utilizzo dell'arto colpito, dimagrimento e atrofia muscolare, cambiamento del timbro della voce e anche difficoltà nel pronunciare alcune parole, per via della difficoltà di controllare il movimento della lingua.

Esame elettromiografico 

La sclerosi laterale amiotrofica è diagnosticabile con l'elettromiografia, che indaga la funzione del nervo o del muscolo. L'esame è praticabile esclusivamente dal medico e prevede l'inserzione di un ago nel muscolo e il test, solitamente preceduto da una visita neurologica, si svolge a muscolo sia rilassato che in contrazione.

Il Dr. Valter Troni a Torino effettua questo tipo di esame in tempi brevi, rilasciando la diagnosi immediatamente. 

Per fissare un appuntamento e richiedere l'esame,  contatta il numero 011 5574355 oppure il 340 4858440.

Share by: